Cardio Cycling® sostiene la Fondazione Nadia Valsecchi

Cardio Cycling® sostiene la Fondazione Nadia Valsecchi e la campagna di sensibilizzazione del tumore al pancreas con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su sintomi e fattori di rischio e sostenere la ricerca scientifica per la prevenzione e la cura di questa patologia.




Ogni anno, nel mese di novembre, si celebra la giornata mondiale sul tumore al pancreas, The World Pancreatic Cancer Day.
Anche quest’anno, il 21 novembre 2019, molte città nel mondo si coloreranno di viola, dalle cascate del Niagara all’Opera House di Sidney, per far parlare di questa malattia. E lo stesso farà Cardio Cycling®.



Abbiamo conosciuto questa importante iniziativa grazie alla Fondazione Nadia Valsecchi Onlus attiva nella ricerca e nel finanziamento della ricerca; è stato il nostro amico e Rider Massimo Canonica a metterci in contatto con la Fondazione Nadia Valsecchi.
Nel suo percorso contro la malattia, Massimo ha scoperto “l’effetto prepotentemente terapeutico dello sport” e ha avviato, con la Fondazione Valsecchi, la campagna di sensibilizzazione che l’ha portato in cima al Monte Bianco: “Road to Mont Blanc: l’importanza dell’esercizio fisico per superare stanchezza e paura”.



Nel frattempo, abbiamo scoperto che vari nostri Riders sono già coinvolti a vario titolo in questo delicato argomento.

Nell’agosto di quest’anno a New York abbiamo incontrato Federica Valsecchi, che dopo essersi occupata di ricerca di base per tanti anni nell’ambito di malattie neurodegenerative, ora segue la ricerca clinica sull’immunoterapia a Manhattan.
Federica ci ha spiegato che in Italia, seppur con finanziamenti ridotti, diversi gruppi di ricerca sul tumore al pancreas, riconosciuti a livello internazionale, stanno portando avanti ricerche scientifiche e cliniche importanti. Per questo motivo la Fondazione Valsecchi aiuta i giovani ricercatori italiani e li stimola a rimanere nei propri laboratori in Italia e continuare le proprie ricerche sul tumore al pancreas. La ricerca scientifica è infatti come una catena: ognuno scopre un anello che si unisce e si interseca con le scoperte degli altri.
Inoltre da 4 anni la Fondazione supporta i pazienti e le loro famiglie nel percorso di cura.



Corri per la Ricerca  - 20 ottobre 2019 Brescia - Cardio Cycling® ci sarà!

L'entusiasmo di Valentina Valsecchi e la sua energia ci hanno subito contagiato e per questo abbiamo deciso di aderire immediatamente al loro progetto. 
Cardio Cycling® correrà per la ricerca a Brescia il 20 ottobre 2019, in occasione della 5° edizione di CORRI PER LA RICERCA!
Per chi volesse partecipare è possibile iscriversi online al seguente link: https://www.corriperlaricerca.it/.



In questo modo Cardio Cycling® parteciperà attivamente alla giornata mondiale contro il tumore del pancreas.

Attività fisica e malattia

L’attività fisica è parte integrante non solo nella prevenzione dei tumori, ma anche durante il percorso di cura. Cosa dice la scienza sull’attività fisica in pazienti affetti da tumore?

Le ricerche degli ultimi anni hanno dimostrato che l’esercizio fisico procura importanti benefici in pazienti con tumore al seno o al colon, vi sono prove crescenti che suggeriscono che l’esercizio può avere effetti positivi anche contro altri tipi di cancro. Per quanto riguarda il tumore al pancreas, ci sono degli studi ancora limitati, ma con i seguenti risultati:

Aumento dell’efficacia della chemioterapia. Gli studi preclinici suggeriscono che l’esercizio rimodella i vasi sanguigni, consentendo un aumento del flusso sanguigno e maggiore efficacia della chemioterapia sulle cellule tumorali. La ricerca mostra anche che i pazienti che sono coinvolti in programmi di esercizio sperimentano meno, o meno gravi, effetti collaterali della chemioterapia.

Aumento di peso. Il cancro rilascia composti nel sangue che distruggono il muscolo e il grasso, causando la perdita di peso dei pazienti e l’atrofia muscolare. L’esercizio fisico può aiutare i pazienti che hanno perdita muscolare ad aumentare di peso, aumentando l’appetito e costruendo massa magra.

Energia. La stanchezza affligge molti malati di cancro, sia che abbiano un tumore al pancreas o qualsiasi altro tipo. Gli studi dimostrano costantemente che le persone che praticano attività fisica regolare sperimentano dal 40% al 50% in meno di fatica nel corso del trattamento.

Benessere mentale. Uno dei vantaggi più importanti dell’esercizio è il miglioramento dell’umore. Alcuni esperti di benessere mentale usano l’esercizio come prescrizione per la gestione dell’ansia e della depressione. L’esercizio offre ai pazienti la sensazione di contribuire alla loro cura.

Presso la Fondazione Poliambulanza di Brescia, la Fondazione Nadia Valsecchi ha attivato un programma gratuito per i pazienti, chiamato PEP, PANCREAS ENERGY PROGRAM: il programma prevede sedute settimanali di esercizio fisico accompagnato da una corretta alimentazione dove i pazienti vengono seguiti da un nutrizionista e da un un coach specializzato.

Cardio Cycling® e la Fondazione Nadia Valsecchi

Cardio Cycling® intraprenderà inoltre una collaborazione con le équipe che saranno indicate dalla Fondazione Valsecchi ai programmi di ricerca dedicati al ruolo del movimento nella prevenzione e nella cura del tumore.

Sostieni anche tu la ricerca

Partecipa e condividi questo articolo
Aiutaci a promuovere la sensibilizzazione verso una patologia che purtroppo è in crescita e che diventerà presto la seconda causa di mortalità per tumore nel mondo occidentale.

Le Molinette in viola per la giornata mondiale del tumore al pancreas



Ecco l’appello delle principali associazioni internazionali:
On World Pancreatic Cancer Day, we are asking people to take action to raise awareness about pancreatic cancer, the symptoms and risks of this disease and the urgent need for earlier detection. Save the date for World Pancreatic Cancer Day 2019 – Thursday, November 21 2019.


A questo link potete vedere tutti progetti finanziati fino ad oggi dalla Fondazione: http://www.fondazionevalsecchi.org/progetti/