Il ciclista moderno fa Cardio Cycling?

Nella fitness-boutique Cardio Cycling® partecipano alle lezioni di indoor cycling parecchi ciclisti professionisti e amatoriali.

Per noi a Cardio Cycling® è stata una sorpresa! Abbiamo così voluto capire se l’attività di indoor cycling che proponiamo è adatta anche a ciclisti sportivi/professionisti, ossia a coloro che usano la bicicletta per fare lunghe percorrenze e che hanno bisogno di un allenamento specifico, oppure soltanto a persone che cercano il benessere senza spinte agonistiche

Da qui la domanda: il ciclista moderno fa Cardio Cycling®?

Ce ne parla uno dei nostri Trainer Stefano Tarticchio, produttore di biciclette artigianali, accompagnatore cicloturistico e ciclista. Stefano Tarticchio è un vero intenditore di ciclismo e di ciclisti, oltre che essere lui stesso un ottimo ciclista. Ha portato a Torino la bici a scatto fisso creando il marchio Dësgenà e ormai da 5 anni ha aperto una vera e propria boutique della bici, dove produce biciclette su misura per clienti esigenti, alla ricerca di un prodotto artigianale e unico.

Entriamo nel suo atelier in via Bellezia, nel cuore del Quadrilatero, tra localini di tendenza e rinomati ristoranti. L’impronta è storica e torinese, con tavole di legno antiche che scricchiolano sotto i nostri piedi, pietre levigate disposte con cura sui pavimenti e bici appese ovunque… questa è la cornice del prodotto “ciclistico” più moderno ed evoluto che puoi trovare a Torino, totalmente MADE IN ITALY, anzi MADE IN TURIN!



Stefano, oltre ad essere Trainer e produttore di biciclette, è anche accompagnatore cicloturistico, con brevetto della Regione Piemonte: è la persona giusta con cui parlare dell’evoluzione del ciclismo.

Come è cambiato il ciclismo negli ultimi anni?

Stefano racconta: "Ho notato un forte cambiamento soprattutto nel ciclista e nell’approccio al ciclismo. Un tempo, il ciclismo era uno sport di fatica e di testa, adatto a pochi e allenatissimi atleti. Ora i tempi sono cambiati e il ciclismo sta diventando accessibile anche a principianti e a persone meno allenate, prestandosi anche ad essere uno strumento per fare movimento e per fare turismo. 
Anche i ciclisti atleti sono cambiati: un tempo in inverno si allenavano in garage sui rulli, mentre ora sono alla ricerca di nuovi stimoli per raggiungere performance sempre migliori e non disdegnano più il divertimento.

E così gli atleti sono arrivati all’indoor cycling, principalmente per tre buoni motivi:

- la frequenza elevata della pedalata;
- le posizioni volutamente diverse da quelle ciclistiche, finalizzate a migliorare l’allenamento attraverso stimoli diversi da quelli abituali;
- il lavoro sulla frequenza cardiaca, con alternanza dei picchi e dei recuperi, non solo più lavoro a frequenza costante.

Quindi la risposta è si: il ciclista moderno fa Cardio Cycling® !

Tutte cose che il ciclista moderno trova a Cardio Cycling® , in modo molto più allenante e divertente che con un allenamento tradizionale.
Non è un caso che nella palestra di Cardio Cycling incontro tanti miei clienti, amici e ciclisti professionisti !


Da qui nasce spontanea un'altra domanda per Stefano: i ciclisti professionisti o molto allenati posso allenarsi gomito a gomito con persone molto diverse da loro che magari hanno appena iniziato?

Stefano risponde "Assolutamente si, ad esempio oggi ero di fianco a una signora che andava molto più lentamente e meno intensamente, però la percentuale di frequenza cardiaca era la stessa per entrambi. Lei aveva scelto di andare a 55 pedalate al minuto (RPM), io a 110, ma tutti e due eravamo all’80% della nostra frequenza cardiaca massima; in un altro momento andavamo allo stesso ritmo, seguendo la musica, ad andatura guidata, ma con resistenza completamente differente e avevamo la stessa frequenza cardiaca, secondo le indicazioni dell’Istruttore”.
Continua Tarticchio: “Anche i miei clienti ciclisti, per cui realizzo bici su misura, amano andare a Cardio Cycling® : in alcuni momenti si può scegliere di raggiungere frequenze cardiache molto elevate e molto allenanti, che simulano perfettamente le “ripetute”, in altri ci si concentra più sul ritmo e si pedala a intensità costante. Quando fa freddo o c’è vento, è l’unica soluzione. Il gesto atletico è ottimo per noi; i più evoluti non temono i ritmi veloci, anzi li ricercano. Inoltre c'è da considerare la questione tempo: in 45 minuti hai finito un allenamento completo.
Molto interessante anche il consumo calorico: con 2 sedute a settimana, puoi permetterti di andare a mangiare tutto il week-end :) 

A Cardio Cycling® brucio le mie calorie, mantengo allenate le gambe, diversifico il lavoro, mi diverto, incontro belle persone… funziona a 360 gradi!”


Cosa è cambiato nell'allenamento del ciclista?

Stefano: "Da alcuni anni il ciclista moderno, quello che io chiamo il “ciclista evoluto”, lavora indoor, ma – come accennavo - non più piazzando la propria bike sui rulli magari chiuso in un garage a cercare la trasposizione del gesto ciclistico, ma ricercando nuovi gesti, nuovi stimoli e nuovi ambienti. Il programma sul computer che simula il percorso è noioso e impersonale, mentre Cardio Cycling è divertente. Durante le lezioni di indoor cycling il gruppo è spesso eterogeneo, ma non c’era nessun confronto, perché non c’è nessuna gara!

Cardio Cycling® ti insegna a gestire il tuo sforzo e ad arrivare in fondo a quello che desideri al ritmo e con l’intensità che tu hai scelto: che sia la Ride di Cardio Cycling® o che sia la gara di granfondo!

Come ho detto prima, il ciclismo sta diventando sempre più accessibile e grazie al mio lavoro accompagno bikers soprattutto nelle Langhe e in collina: mi capita spesso di vedere signore che hanno fatto lezioni Indoor Cycling tutto l’inverno e poi in primavera fanno gite che non avrebbero mai pensato e danno filo da torcere ai mariti, come ad esempio la salita di Pino Torinese senza fiatone!
E in questo modo che Cardio Cycling® gioca un ruolo importante: crea familiarità con il gesto della pedalata, mostra ai neofiti che possono farcela e permette a tutti di godersi la bici!"



Tarticchio poi ci racconta della sua attività di accompagnatore cicloturistico: 

"Organizzo Tour a Torino, in collina e nelle Langhe sia partendo in bici da Torino sia portando le bici in loco con un nostro furgone. La durata varia da qualche ora all’intero week-end, con cena e pernottamento in Langa. Io vado con loro e adatto il percorso alle esigenze dei gruppi che accompagno, in modo da far divertire tutti e non far aspettare nessuno.
Offro principalmente 3 tipi di servizi: 
- ti noleggio la bici;
- ti noleggio la bici con assistenza (ti vengo a prendere o ti organizzo il supporto o l’accomodation);
- ti accompagno in bici oppure anche con il furgone a supporto, con gruppi al massimo di otto persone, con esperienze enogastronomiche selezionate.
Ovviamente organizzo esperienze di questo tipo anche a Torino: cioccolato, bollicine, birrifici e altre eccellenze torinesi! Sono tutte ESPERIENZE LEGATE AL TERRITORIO: salsiccia di Bra, vini, robiola di Roccaverano..."

Stefano oltre ai tour realizza bici costruite totalmente MADE IN ITALY, anzi MADE IN TURIN. Se sei un "maniaco" della bici, non puoi farti sfuggire l’occasione di entrare nel suo atelier e farti costruire la bici dei tuoi sogni!

Le proposte cicloturistiche di Stefano Tarticchio sono visibili sul suo sito: 
tour.ciclitorino.com

Se sei interessato alle sue biciclette su misura, visita i suoi siti:
ciclitorino.com
desgena.com


Stefano Tarticchio riserva ai clienti di Cardio Cycling® condizioni esclusive!


SCOPRI LA FORMULA DI PROVA