Dimagrire a riposo è possibile? La risposta ti lascerà a bocca aperta!

DIMAGRIRE A RIPOSO: come e' possibile?
Mi riposo e dimagrisco?
IMPOSSIBILE!!! 🙄
 
Quello che scoprirai leggendo questo articolo ti lascerà a bocca aperta.

Le hai provate tutte.
Allenamenti lunghi ed estenuanti, corsa ad intensità moderata perché ti avevano detto che il lavoro aerobico “brucia i grassi”.
 
Ti sei iscritto in palestra e dopo poche sedute hai perso la motivazione e hai smesso di frequentare.
 
Ti sei comprato le scarpe per correre, ci hai provato con tutto l’impegno di questo mondo ma dopo un po’ la schiena e le ginocchia hanno cominciato a farti male e hai dovuto smettere.

Hai fatto la dieta a zona, quella chetogenica, la dieta dissociata, la Dukan, quella della Luna, del fantino e del gruppo sanguigno... Hai provato col digiuno, con le barrette e con i bibitoni miracolosi!
 
Eppure, nonostante tutto questo, non hai raggiunto i risultati desiderati!
 
Forse non sai come fare oppure non hai mai avuto la voglia e la determinazione per provarci perché tanto sapevi già come sarebbe andata a finire…
 
Lascia che ti racconti la mia storia. Ho sempre studiato moltissimo e, come spesso capita ai secchioni, ero cicciottella.

Avrei tanto voluto dimagrire, ma non sapevo neanche da dove iniziare… ho provato a correre, ma la mia determinazione è durata al massimo qualche chilometro, mi sono iscritta in due palestre senza metterci (quasi) mai piede, ho cominciato a saltare i pranzi senza nessun risultato (a parte una fame da lupo a cena), ho provato a contare le calorie ai pasti, ma il mio cervello rifiutava di fare le somme, ho provato con lo step due volte a settimana… ho perfino provato con le iniziezioni di ossigeno... Niente: non ho mai perso neanche un grammo!
 
Allora evidentemente non avevo idea di cosa fare, mi muovevo a caso. Non sapevo quello che mi è stato spiegato poi.
  
La risposta è talmente incredibile da sembrare assurda.

Sta in un acronimo: EPOC (Excess Postexercise Oxygen Consumption) cioè in quello che comunemente viene definito After Burn. Nella nostra lingua possiamo tradurre in: Consumo di Ossigeno in Eccesso Post Allenamento.
 
Dopo l’allenamento il tuo consumo di calorie non ritorna immediatamente normale, ma continui a bruciare calorie anche a riposo grazie all’innalzamento del tuo metabolismo basale (RMR, Resting Metabolic Rate)
 
FANTASTICO!!!! Ma quante calorie brucio dopo l’allenamento?
 
Proprio questo è quello che scoprirai leggendo fino in fondo questo articolo!


 
Non sapevo nulla di questo argomento, prima che un esperto (che ora è il papà della mia seconda figlia) mi spiegasse tutto.
 
Non tutte le attività hanno lo stesso EPOC e quest’ultimo ha durata e consumo calorico differenti in base a vari parametri.
 
Questo processo, originariamente definito “debito di ossigeno” era stato ipotizzato già quasi un secolo or sono (nel 1922 per la precisione) dal premio Nobel Arcibald Vivian Hill.
 
Quello che è stato scoperto è interessantissimo. 
L’EPOC si può suddividere in due fasi:


Durante l’EPOC il tuo organismo consuma calorie perché lavora per ripristinare il suo stato pre-allenamento e lo fa su molti fronti. In particolare:
 
- DIMINUZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA: durante l’attività motoria il corpo produce calore (termogenesi da attività sportiva) e durante l’EPOC viene utilizzata energia per ristabilire la temperatura iniziale

- DIMINUZIONE DELLA FREQUENZA CARDIACA: l’organismo consuma calorie per riportare la frequenza cardiaca a valori regolari

- DIMINUZIONE DELLA VENTILAZIONE POLMONARE: il dispendio calorico è molto elevato perché questo ripristino è particolarmente veloce

- RICOSTITUZIONE DELLE SCORTE ENERGETICHE: la ricostituzione delle riserve energetiche, in particolare di ATP (adenosina trifosfato) e CP (fosfocreatina). Inoltre il lattato (acido lattico) viene riconvertito in acido piruvico per poter essere utilizzato successivamente come combustibile. Alla fine vengono ricostituite le riserve di glicogeno

- RIOSSIGENAZIONE DEL SANGUE E RIPRISTINO DEGLI ORMONI IN CIRCOLAZIONE: durante l’attività motoria l’organismo utilizza grandi quantità di ossigeno per poter bruciare le riserve energetiche a cui attinge. Quindi dopo l’esercizio è necessario un ulteriore dispendio energetico per ri-ossigenare il sangue. Anche il livello degli ormoni in circolo deve essere ripristinato, e questo comporta un ulteriore dispendio calorico.
 
L’EPOC spiega perché dopo l’attività motoria continui a bruciare calorie. E’ sotto gli occhi di tutti che dopo la doccia alle volte continui a sudare… Ecco, quello è l’effetto E.P.O.C.!
 
A questo punto viene spontanea una domanda: quale attività permette di bruciare più calorie a riposo e innalza maggiormente il metabolismo basale?
 
Bene, il "mio" esperto mi ha spiegato le numerose ricerche scientifiche che sono state fatte negli anni ’90. In particolare gli studi di Bahr e Sejersted (1991) hanno evidenziato quali attività influiscono di più sul consumo calorico a riposo.
 
E’ stato dimostrato che l’incremento di consumo calorico post-esercizio dell’attività aerobica costante con frequenze cardiache tra il 65 e il 75% della Frequenza Cardiaca Massima è molto limitato.
 
Le attività ad alta intensità invece hanno un effetto After Burn molto elevato, la durata dell’EPOC si è dimostrata decisamente più lunga e alcune funzioni ormonali sono state stimolate anche per le 24 ore successive all’allenamento. Una funzione ormonale che risulta stimolata è la secrezione di GH, un ormone con forti proprietà lipolitiche (in parole povere brucia i grassi).
 
L’aspetto più interessante di tutti gli studi che sono stati fatti sai qual’è? 



L’attività che in assoluto si è dimostrata la migliore per stimolare l’EPOC, a seguito di molte ricerche tra cui vogliamo ricordare gli studi di Kaminsky (1990) e Almuzaini (1998),  è l’H.I.I.T. (High Intensity Interval Training).  

L’H.I.I.T. molto più dell’esercizio aerobico determina l'ossidazione lipidica post-allenamento, aumenta il consumo calorico e la perdita di grasso.

Insomma: ecco spiegato perché da ragazza la mia blanda routine di fitness non mi ha portato da nessuna parte. Ho perso un sacco di tempo e denaro in attività che non mi piacevano, che sottraevano tempo allo studio e al lavoro, che vivevo come torture e che non servivano assolutamente a nulla.

 
Un giorno ho iniziato a praticare attività ad alta intensità, non per dimagrire, ma per amore. Nel giro di due settimane ero un’altra persona e nel giro di un mese ho cambiato il guardaroba. Non ti so dire quanti chili ho perso, ma ti assicuro che sono stati tanti! E ti assicuro che, gravidanze a parte, non li ho mai più ripresi.
 
Perché ti scrivo questo?
 
Perché avrei voluto che qualcuno lo spiegasse a me… perché avrei voluto la soluzione prima… perché la soluzione è facile ed efficace.
 
Cardio Cycling® è un allenamento H.I.I.T. che corrisponde perfettamente ai parametri che ti ho esposto sopra.


 
Cardio Cycling® è un a lezione di gruppo di indoor cycling con l’istruttore, che porta a bruciare tantissime calorie, innalza il metabolismo a riposo e modella il corpo.
 
Le luci, la musica, la carica dell’istruttore e l’energia del gruppo ti sollevano e ti portano attraverso un viaggio solo tuo che ti farà sentire benissimo.
 
Le calorie bruciate sono lì, davanti ai tuoi occhi, sullo schermo.
 
Cardio Cycling® è talmente coinvolgente, efficace, veloce che ti porterà a superare tutte le scuse: il lavoro, i figli, la casa, i genitori, ecc.
 
Pensi che ti dica questo perché ti voglio vendere il nostro prodotto?
 
Ovviamente sì. Ma in realtà ti chiedo molto di più: ti chiedo di provare.

Perché so che, dopo che avrai provato, troverai la chiave per risolvere i tuoi problemi, ti sentirai più forte e felice e non starai mai più senza!
 
Mi chiamo Alessandra e ti aspetto in Boutique.

Ah, dimenticavo.... Non sono un supereroe. Sono una ragazza (ora, forse dovrei dire una signora) normale, non lavoro in palestra. Ho una vita, un lavoro, una famiglia, figli, una casa, ecc.... e non sono più in sovrappeso.